ItalianEnglishSpanishRussianFrench

Acquista Crypto Online

Principe Filip di Serbia | Tutte le nazioni del adotteranno Bitcoin

da | Lug 25, 2022 | Chainblock News | 0 commenti

Accadrà sicuramente. Non saprei dire dove, quando e chi, ma di certo accadrà. Ogni Paese alla fine adotterà Bitcoin, ha previsto il principe Filip di Serbia.

Il principe sostiene che Bitcoin sia un’ottima soluzione per i Paesi musulmani, in quanto “si tratta del denaro perfetto per la Shari’a. […] È solo questione di tempo prima che un Paese musulmano che segue la Shari’a adotti Bitcoin.“. La legge islamica, nota come Shari’a, si basa sugli insegnamenti del Corano e stabilisce quando qualcosa è lecito (halal) o illecito (haram).

Filip Karađorđević è tecnicamente il principe di Serbia e Jugoslavia, poiché quando la monarchia è stata abolita la Serbia non esisteva ancora. “Ma oggi ovviamente la Jugoslavia non esiste. E poiché siamo di origine serba, allora sono il principe di Serbia,” ha chiarito. La Serbia è una repubblica parlamentare, ma una fetta della popolazione sarebbe favorevole all’introduzione di una monarchia parlamentare, simile al Regno Unito.

Il principe Filip è apparso sulla scena di Bitcoin a marzo di quest’anno, con un suo intervento durante un web show. Ha spiegato la differenza fra BTC e le altre criptovalute, sostenendo che “Bitcoin è libertà, e questo è qualcosa che voglio per tutti.

Per quanto riguarda l’adozione di Bitcoin in Serbia, purtroppo il principe non possiede alcun reale potere politico nel Paese e non può pertanto rendere BTC una valuta a corso legale come a El Salvador. Ma pensa che una simile mossa apporterebbe grandi benefici alla sua nazione:

“Ci sono molti serbi nel mondo, è una grande diaspora. Penso che la più grande concentrazione si abbia in Canada, seguito da Chicago.”

Il caso d’uso delle rimesse per i circa 5 milioni di serbi che vivono al di fuori dalla Serbia, che inviano regolarmente denaro al loro Paese d’origine, è certamente convincente. Dato che Bitcoin trascende i confini, offrendo alle persone un modo per inviare istantaneamente valore in tutto il mondo senza intermediari, l’adozione ufficiale di tale asset potrebbe rafforzare l’economia della Serbia. Per El Salvador, nel primo anno di adozione di Bitcoin, le rimesse nel Paese hanno superato i 50 milioni di dollari.

La Serbia confina con la Repubblica Libera del Liberland: micronazione adagiata su un sottile tratto di terra sul fiume Danubio, Liberland ha adottato Bitcoin come valuta più di sette anni fa. Vi sono quindi già casi d’adozione di BTC nel Balcani.

Fonte

Chainblock Team